Letteratura italiana (2009/2010)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Codice insegnamento
4S00741
Docente
Gian Paolo Marchi
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I semestre dal 1-ott-2009 al 16-gen-2010.

Orario lezioni

I semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
giovedì 10.00 - 11.30 lezione Aula 2.6  
venerdì 11.30 - 13.00 lezione Aula 2.6  

Obiettivi formativi

Obiettivo principale del corso è quello di fornire un’introduzione allo studio della letteratura italiana (testi, metodi, temi, problemi, forme e contenuti), attraverso l’analisi diretta di un testo fondante.

Programma

1) Introduzione.
Linee generali di svolgimento della letteratura italiana. Lettura e commento di testi esemplari da Dante, Petrarca e Boccaccio.
2) I Canti di Giacomo Leopardi. Analisi tematica e stilistica.


Bibliografia
1) DANTE ALIGHIERI, Commedia: Inferno:canti I, V, X, XIX. Purgatorio: canti XI, XXIV, XXVI. Paradiso: canti VI, XVII, XXX.
FRANCESCO PETRARCA, Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta): 1 (Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono); 3 (Era il giorno ch’al sol si scoloraro); 16 (Movesi il vecchierel canuto e bianco); 30 (Giovene donna sotto un verde lauro); 35 (Solo et pensoso i più deserti campi); 61 (Benedetto sia ‘l giorno, et ‘l mese et l’anno); 90 (Erano i capei d’oro a l’aura sparsi); 126 (Chiare, fresche et dolci acque); 128 (Italia mia, benché ‘l parlar sia indarno); 183 (Se ’l dolce sguardo di costei m’ancide); 189 (Passa la nave mia colma d’oblio); 197 (L’aura celeste che ’n quel verde lauro).
GIOVANNI BOCCACCIO, Decameron I, 1; I, 3; II, 4; IV, 1; V, 8; VI, 2; VI, 9; VII, 1; VIII, 3; IX, 2.
È richiesta una buona conoscenza della biografia e delle opere degli autori oggetto d’esame.

2) GIACOMO LEOPARDI, Canti, a cura di Niccolò Gallo e Cesare Garboli, Torino, Einaudi, 2005.
GINO TELLINI, Leopardi, Roma, Salerno, 2001.

Modalità d'esame

esame orale

Materiale didattico

Documenti