Oswald Wiener: La letteratura e l'intelligenza artificiale

Data inizio
1 ottobre 2005
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Lingue e Letterature Straniere
Responsabili (o referenti locali)
Salgaro Massimo

Oswald Wiener: La letteratura e l’intelligenza artificiale

Oswald Wiener deve la sua notorietà soprattutto al suo primo romanzo "Die Verbesserung von Mitteleuropa" che è considerato un classico della letteratura sperimentale del secondo Novecento. Il suo carattere avanguardistico ne ha limitato la diffusione e la traduzione anche se è sempre stato un precursore: è stato uno dei primi studiosi di cibernetica e informatica, uno dei primi a recepire la filosofia di Wittgenstein. La sua peculiarità sta nel tentativo di avvicinare gli studi umanistici e quelli scientifici. Anche per questo aspetto è stato un precursore, poiché i suoi studi presuppongono un contesto interdisciplinare che le scienze culturali e le scienze cognitive stanno dischiudendo solo ora. La sua multiforme produzione comprende oltre a tre romanzi e a degli studi metaletterari e gnoseologici, anche dei cd musicali, dei contributi a cataloghi di mostre, dei saggi di carattere sociologico.
Intendo analizzare la prospettiva con cui Wiener osserva la letteratura che è frutto dei suoi studi sull’intelligenza artificiale e proporre una traduzione dei suoi "Literarische Aufsätze" (1998) corredata da un'introduzione e da un commento.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Massimo Salgaro
Professore associato
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Letteratura inglese e letterature anglofone
Critical Theory & Poetics
Letterature tedesca e austriaca
Germanic Critical Theory & Poetics
Letterature tedesca e austriaca
Germanic Science Fiction, Literature and Science
Letterature tedesca e austriaca
German literature: Individual authors or works

Attività

Strutture