Laurea magistrale in Comparative European and Non-European Languages and Literatures

Presentazione

Il corso di laurea magistrale (LM37) Comparative European and Non-European Languages and Literatures si propone di fornire una preparazione altamente qualificata, in chiave comparatistica, non solo delle lingue veicolari in area occidentale (francese, inglese, russo, spagnolo, tedesco) e delle rispettive Letterature, ma allargando le competenze alle loro varianti extraeuropee (area euro-mediterranea, euro-americana e dei paesi post-coloniali). Le finalità del corso si specificano, in tal modo, come fortemente progettuali nei confronti della cooperazione internazionale sia nel campo della formazione, sia della ricerca e dell'impresa culturale. In tale prospettiva, a partire dall'a.a. 2017/2018, il Corso Magistrale (LM37) ha assunto un preciso statuto internazionale: gli insegnamenti obbligatori saranno erogati in lingua inglese, ad eccezione delle materie linguistiche e letterarie, erogate nella lingua di riferimento (francese, inglese,russo, spagnolo, tedesco).
La LM37, così strutturata, si qualifica come indirizzo a forte vocazione internazionale, aprendosi al mondo e favorendo l'iscrizione di studenti non di madrelingua italiana.
Oltre agli insegnamenti di lingua e letteratura straniera, tutti erogati nelle corrispondenti lingue, il corso pone fortemente l'attenzione sulle materie che ne caratterizzano la specificità umanistica: discipline di carattere filologico, linguistico, letterario, comparatistico.
Sempre a partire dall'a.a. 2017/2018, la LM37 si declina in senso internazionale per un secondo aspetto di grande innovazione. Lo studente che s'iscrive al corso magistrale avrà la possibilità di seguire un percorso binario per ottenere il conferimento di un doppio titolo, emesso dall'Ateneo veronese e dall'Università A Coruña (Spagna). Si tratta di un indirizzo di studio a impronta prevalentemente linguistico-letteraria, regolato da una convenzione stipulata tra i due Atenei, al termine del quale lo studente riceverà un attestato di laurea da ciascuna delle due Università interessate. Entrambi i certificati saranno validi nei rispettivi stati. Il percorso formativo della laurea magistrale LM37 Comparative European and Non-European Languages and Literatures è caratterizzato dal perfezionamento di una lingua straniera e della relativa letteratura (una annualità di lingua, storia della lingua, due annualità di letteratura, l'annualità della materia d'area); dall'approfondimento di una seconda area linguistica (una annualità di lingua, una annualità di letteratura, una materia d'area letteraria).
Le competenze che lo studente potrà acquisire durante il corso di studi si rivolgeranno ad approcci interdisciplinari in una prospettiva storica e translinguistica, allo studio di metodologie riguardanti la lettura, la traduzione e l’analisi critica di testi in lingua italiana e straniera, la produzione scritta di livello elevato, l’argomentazione. Accanto a tali abilità, lo studente acquisirà competenze nell’esposizione in lingua straniera, sia a livello dei contenuti, sia dei processi critici in contesti intertestuali e interculturali, anche in vista di un possibile sbocco professionale di livello elevato e di ulteriori sviluppi nel processo di formazione accademica (Dottorato di Ricerca).

 

Scheda del corso

Tipo
Corsi di laurea magistrale
Durata
2 anni
Classe di appartenenza
LM-37 - Classe delle lauree magistrali in lingue e letterature moderne europee e americane
Organo di controllo
Collegio Didattico di Lingue e Letterature Straniere
Referente
Annalisa Pes
Sede
VERONA
Obiettivi formativi
Il corso di laurea magistrale si propone di fornire una preparazione specializzata in chiave comparatistica nelle Lingue e nelle rispettive Letterature scelte tra le seguenti: - francese - inglese - russo - spagnolo - tedesco Verrà approfondito anche lo studio delle varianti extraeuropee delle medesime lingue e letterature, in considerazione dell'allargarsi della cooperazione internazionale nei campi della formazione, della ricerca, dell'impresa culturale a tutti i paesi dell'area euro-mediterranea e euroamericana. Il percorso formativo è caratterizzato dal perfezionamento di una lingua straniera e della relativa letteratura (una annualità di lingua, storia della lingua, due annualità di letteratura, l'annualità della materia d'area), dall'approfondimento di una seconda area linguistica (una annualità di lingua, una annualità di letteratura, una eventuale seconda annualità di materia d'area letteraria). Il corso di studi si completa con lo studio della letteratura italiana, della disciplina comparatistica, allargata anche ai rapporti intersemiotici; della filologia relativa all'ambito linguistico principale. Il percorso formativo si prefigge dunque di fornire una preparazione approfondita negli ambiti: linguistico, filologico, letterario, della traduzione (letteraria e settoriale), della critica e degli studi di comparatistica (tematologia, imagologia, odeporica, traduttologia etc.). Il corso di laurea magistrale in Lingue e letterature comparate europee ed extraeuropee è interamente internazionalizzato. Questa sostanziale e importante trasformazione dà la possibilità di allargare il bacino di utenza anche a studenti stranieri che vogliono completare il loro corso di formazione in Italia.
Sbocchi professionali
Il corso è finalizzato ad avviare alle professioni relative alla formazione linguistico-culturale, alla ricerca scientifica, alla traduzione di testi letterari e all’impresa culturale, nonché agli scambi e alla cooperazione culturale tra paesi europei ed extraeuropei. Funzione in un contesto di lavoro: Il corso è finalizzato ad avviare alle professioni relative alla formazione linguistico-culturale, alla ricerca scientifica, alla traduzione di testi letterari e all'impresa editoriale e culturale, nonché agli scambi culturali tra paesi europei ed extraeuropei. Il corso indirizza inoltre alle professioni di interprete, traduttore di testi di livello elevato, mediatore culturale, redattore e consulente negli ambiti del giornalismo, dell'editoria e del mondo della cultura nelle sue più diverse espressioni; forma ricercatori e tecnici laureati nelle discipline filologico-letterarie. Forma funzionari qualificati in grado di operare in enti e organismi internazionali e nelle istituzioni culturali in Italia e all'estero. Competenze associate alla funzione: A questo fine, e in linea con i Corso di Studi triennali in Lingue e Letterature straniere e Lingue e Culture per l'Editoria (Classe 11), il corso di laurea promuove le capacità di apprendimento e di applicare la conoscenza e la comprensione ai diversi contesti, le competenze comunicative, di autonomia di giudizio, con un'attenzione particolare all'utilizzo degli strumenti informatici e multimediali negli ambiti specifici. Il corso di studi offre la formazione sia linguistica che letteraria e più ampiamente culturale necessaria per accedere all'insegnamento, previo l'iter ulteriore previsto dalla normativa in vigore. Nel campo editoriale lo studente potrà sfruttare le competenze relative all'elaborazione, traduzione e revisione di testi. Inoltre le conoscenze acquisite in ambito letterario, sia per quanto riguarda la letteratura italiana che per quanto riguarda le letterature straniere, permettono al laureato di avere buone basi culturali per la valutazione e la creazione dei testi. Inoltre, per quanto riguarda le funzioni del laureato presso biblioteche, archivi, istituzioni culturali, le competenze culturali acquisite offrono le coordinate di base per una corretta valutazione e promozione dei prodotti e delle manifestazioni culturali. Per quanto riguarda le funzioni in ambito giornalistico, pubblicitario, teatrale, televisivo etc. possono risultare particolarmente utili le competenze relative alle lingue straniere per le necessità di traduzione. Sbocchi occupazionali: I laureati che avranno crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno come previsto dalla legislazione vigente partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento secondario. Il corso di laurea indirizza alle professioni di interprete e traduttore di livello elevato, mediatore culturale, redattore e consulente negli ambiti del giornalismo, dell'editoria e del mondo della cultura nelle sue più diverse espressioni. Forma funzionari di alta qualificazione in grado di operare negli organismi internazionali e nelle istituzioni culturali in Italia e all'estero.
Dipartimento di riferimento
Lingue e Letterature Straniere
Dipartimenti associati
Culture e Civiltà
Macro area
Scienze Umanistiche
Area disciplinare
Lingue e Letterature Straniere

SUA-Cds