Diritto pubblico comparato ed europeo [Cognomi A-L] (2020/2021)

Codice insegnamento
4S002938
Docente
Francesco Palermo
Coordinatore
Francesco Palermo
crediti
9
Settore disciplinare
IUS/21 - DIRITTO PUBBLICO COMPARATO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I semestre (Lingue e letterature straniere) dal 28-set-2020 al 9-gen-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento introduce allo studio dei contenuti e del metodo del diritto pubblico comparato e del diritto europeo, dei sistemi giuridici e della regolamentazione pubblica delle attività economiche mediante il ricorso alla comparazione giuridica.
Esso mira a far comprendere allo studente le categorie del diritto pubblico attraverso la lettura comparata dei fenomeni, sviluppando la capacità di utilizzare un linguaggio corretto ed adeguato.
Inoltre, è teso a far acquisire allo studente le competenze per procedere a una migliore comprensione dei fenomeni giuridici, politici ed economici globali.

Programma

Il corso fornisce allo studente gli strumenti necessari per la comprensione del fenomeno giuridico, concentrandosi con particolare sugli istituti più rilevanti del diritto pubblico e costituzionale degli ordinamenti statali e dell’Unione europea.
La prima parte del corso è dedicata all’introduzione al fenomeno giuridico, alle nozioni fondamentali del diritto pubblico, al metodo nella comparazione giuridica, alle fonti del diritto. Oggetto d’indagine saranno anche i principali sistemi giuridici: common law, civil law, i sistemi post-socialisti, il diritto islamico, indù, dell’estremo Oriente, dell’Africa subsahariana.
La seconda parte del corso si concentra sulle costituzioni, sulle forme di stato e di governo, sull’organizzazione territoriale del potere (federalismo, regionalismo), sulla giustizia costituzionale, sulla tutela delle differenze e sul processo di integrazione europea, soffermandosi in particolare sul funzionamento delle istituzioni dell’Unione e sul sistema regolatorio da questa previsto.
Le modalità didattiche adottate sono distinte tra studenti frequentanti e non frequentanti.
Per studenti frequentanti (si intendono coloro che frequentano almeno i 2/3 delle lezioni), le modalità didattiche consistono in lezioni frontali dedicate alla trasmissione delle nozioni basilari, delle categorie-chiave e degli strumenti applicativi fondamentali. A ciò si aggiungono le esercitazioni di approfondimento, utili all’implementazione delle conoscenze teoriche. Inoltre, anche grazie alla piattaforma e-learning di Ateneo, vengono proposti materiali utili all’attività di autovalutazione in itinere dell’apprendimento. La preparazione avviene dunque prevalentemente in aula, nelle esercitazioni e attraverso lo studio degli appunti e dei materiali forniti.
Per gli studenti non frequentanti, la preparazione consiste nello studio dei manuali:
• L. Pegoraro, A. Rinella, Sistemi costituzionali comparati, Giappichelli 2017 (tranne il cap. 9)
• R. Adam, A. Tizzano, Lineamenti di diritto dell’Unione europea, Giappichelli 2019 (4. ed.), limitatamente alla Parte Prima

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Adam Lineamenti di diritto dell'Unione europea Giappichelli 2019
L. Pegoraro, A. Rinella Sistemi costituzionali comparati Giappichelli 2017

Modalità d'esame

L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede:
- per gli studenti frequentanti (si considerano frequentanti gli studenti che partecipano ad almeno i 2/3 delle lezioni) la prova è scritta al termine del corso. È previsto un test di autovalutazione alla fine del corso; in caso di mancato superamento del test scritto la prova sarà orale. L’esame è altresì orale negli appelli successivi al primo.
- per gli studenti non frequentanti: prova orale.

Obiettivi delle prove di accertamento :
- La prova scritta è tesa ad accertare la conoscenza degli argomenti in programma e la capacità di applicare gli schemi logici alle diverse problematiche proposte.
- La prova orale consiste in un colloquio teso a verificare:
a) la profondità e l’ampiezza delle conoscenze maturate;
b) la proprietà di linguaggio;
c) l’abilità di collegare in forma sistemica le conoscenze;
d) la capacità analitica ed argomentativa
La ripetizione mnemonica dei testi non è sufficiente per il superamento dell’esame ed è incoraggiato il ragionamento critico.

Contenuti e modalità di svolgimento delle prove di accertamento:
- La prova scritta, riservata agli studenti frequentanti, è a risposta aperta e riguarda gli argomenti trattati a lezione e nelle esercitazioni. La valutazione finale è espressa in 30esimi. È data la possibilità di sostenere una prova orale in luogo o ad integrazione della prova scritta.
- La prova orale verte sull’intero programma. La valutazione finale è espressa in 30esimi.
Stante la differenza di impostazione, metodologia e approccio tra il programma per frequentanti e non frequentanti, si raccomanda di optare per l’una o l’altra modalità senza mescolarle. Ad esempio è sconsigliato agli studenti non frequentanti di prepararsi sulle slides fornite dal docente a lezione, perché senza la spiegazione potrebbero risultare meno funzionali rispetto al manuale che è concepito appositamente per essere letto in autonomia senza il supporto didattico del docente.

Gli studenti ERASMUS sono pregati di prendere contatto con il docente all’inizio dei corsi per concordare insieme le modalità didattiche e delle prove di accertamento.
L’assegnazione della tesi di laurea richiede l’individuazione di un argomento, proposto dal candidato almeno in termini generali e in seguito precisato d’intesa con il docente. I tempi di lavoro sono rimessi al candidato.