Lingua spagnola 1 [Cognomi M-Z] (2017/2018)

Codice insegnamento
4S02553
Docente
Matteo De Beni
Coordinatore
Matteo De Beni
crediti
9
Settore disciplinare
L-LIN/07 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA SPAGNOLA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I semestre dal 2-ott-2017 al 20-gen-2018.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Al termine del corso gli studenti conosceranno:
– la realtà geografica e demolinguistica dello spagnolo e gli aspetti essenziali della diffusione di questa lingua nel mondo e nella società;
– le principali opere grammaticali e lessicografiche della lingua spagnola e le loro caratteristiche fondamentali;
– gli aspetti essenziali della relazione fonema/grafema, del lessico e delle strutture morfosintattiche dello spagnolo.

Programma

Il programma del corso:
a) offrirà un panorama sulla diffusione della lingua spagnola e su problematiche ad essa connesse;
b) fornirà gli strumenti di base per l’analisi dei principali meccanismi di funzionamento dello spagnolo attuale, secondo un approccio contrastivo (italiano/spagnolo).

Le modalità didattiche dell'insegnamento prevedono lezioni frontali sui seguenti argomenti principali:
– Il mondo ispanofono: espansione, geografia e demolinguistica dello spagnolo;
– Strumenti linguistici: un'introduzione ai dizionari e alle grammatiche dello spagnolo;
– Elementi costitutivi della lingua spagnola, con un approccio contrastivo rispetto all'italiano: dalle unità minime alla morfosintassi.

Bibliografia obbligatoria:
– GAROSI, L., «Oraciones pasivas en italiano y español: dificultades traductivas y análisis lingüístico contrastivo», RAEL. Revista Electrónica de Lingüística Aplicada, n. 9, 2010, pp. 122-133.
– GARRIDO, J., «Lengua y globalización: inglés global y español pluricéntrico», Historia y Comunicación social, n. 15, 2010, pp. 63-95.
– LÓPEZ GARCÍA-MOLINS, Á., Un sueño plurilingüe para España, Valencia, Uno y cero Ediciones, 2017.
– MORENO FERNÁNDEZ, F. – OTERO ROTH, J., «Demografía de la lengua española», in Atlas de la lengua española en el mundo, Madrid, Fundación Telefónica, 2016, cap. 2, pp. 32-43.
– TORRES TORRES, A., «Del castellano de “un pequeño rincón” al español internacional», Normas. Revista de estudios lingüísticos hispánicos, n. 3, 2013, pp. 205-224.
– TROVATO, G., «El régimen preposicional en español e italiano: breve estudio contrastivo y traductológico», Ogigia, n. 13, 2013, pp. 19-34.

I materiali didattici utilizzati durante il corso costituiscono parte integrante del programma d’esame. Saranno messi a disposizione nella piattaforma Moodle dell'insegnamento.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
TORRES TORRES, A. Del castellano de “un pequeño rincón” al español internacional 2013 Articolo in rivista digitale ad accesso aperto.
MORENO FERNÁNDEZ, F. – OTERO ROTH, J. «Demografía de la lengua española» (Edizione 3) Madrid, Fundación Telefónica 2016
TROVATO, G. El régimen preposicional en español e italiano: breve estudio contrastivo y traductológico 2013 Articolo in rivista digitale ad accesso aperto.
GARRIDO, J. Lengua y globalización: inglés global y español pluricéntrico 2010 Articolo in rivista digitale ad accesso aperto.
GAROSI, L. Oraciones pasivas en italiano y español: dificultades traductivas y análisis lingüístico contrastivo 2010 Articolo in rivista digitale ad accesso aperto.
LÓPEZ GARCÍA-MOLINS, Á. Un sueño plurilingüe para España Uno y cero Ediciones 2017 978-84-944985-5-8

Modalità d'esame

L'esame, in forma di prova scritta, è teso ad accertare l'ampiezza e la profondità delle conoscenze maturate sugli argomenti in programma, nonché la proprietà di linguaggio, la precisione terminologica e l'abilità di collegare in forma sistemica le conoscenze acquisite.
L’esame verterà sul programma svolto durante le lezioni, sui materiali didattici e sulla bibliografia del corso e potrà essere sostenuto solo dopo aver conseguito una certificazione in lingua spagnola di livello pari almeno al B1.
La prova, della durata di 60 minuti, sarà somministrata in lingua spagnola, ma trattandosi dell’esame del 1° anno di corso gli studenti potranno rispondere in lingua italiana. Sarà costituita sia da domande a scelta multipla o risposta breve, sia da domande a “risposta aperta”. Alcuni quesiti richiederanno riflessione metalinguistica e la capacità di individuare fenomeni trattati durante il corso e di proporre esempi degli stessi.
Il voto finale in trentesimi sarà ottenuto dalla media tra quello della prova scritta e quello della competenza linguistica (convertito in trentesimi in base alle indicazioni presenti nel “Vademecum normativo per gli studenti dell'Area di Lingue e Letterature Straniere").
I risultati saranno comunicati tramite avviso pubblicato nell’apposita pagina web (“Avvisi”).

Il programma, la bibliografia e le modalità d’esame sono le medesime per tutti gli studenti, compresi i non frequentanti. Questi ultimi possono utilizzare i “Testi utili di consultazione” indicati nei materiali didattici dell'insegnamento per risolvere eventuali dubbi o lacune riguardo agli argomenti trattati durante le lezioni.

Gli studenti Erasmus sono invitati a mettersi in contatto con il docente all'inizio dei corsi per delucidazioni.

PROPEDEUTICITÀ - COMPETENZA LINGUISTICA RICHIESTA
È richiesta una competenza linguistica di livello B1 o superiore, a cui corrispondono 3 dei 9 CFU dell’insegnamento.
La verifica della competenza linguistica si basa sulle certificazioni rilasciate dal CLA (Centro Linguistico di Ateneo) o dall’Instituto Cervantes ed è propedeutica all’esame con il docente di Lingua spagnola I.
Come indicato nel "Vademecum normativo per gli studenti dell'Area di Lingue e Letterature Straniere" la validità della certificazione linguistica B1 è di tre anni dalla data di conseguimento.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018