Lingua spagnola 1 [Cognomi A-L] (2016/2017)

Codice insegnamento
4S02553
Docente
Matteo De Beni
Coordinatore
Matteo De Beni
crediti
9
Settore disciplinare
L-LIN/07 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA SPAGNOLA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I SEMESTRE dal 3-ott-2016 al 21-gen-2017.

Orario lezioni

I SEMESTRE
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 15.10 - 16.50 lezione Aula T.8  
mercoledì 8.30 - 10.10 lezione Aula T.8  

Obiettivi formativi

Al termine del corso gli studenti conosceranno:
- la realtà geografica e demolinguistica dello spagnolo e gli aspetti essenziali della diffusione di questa lingua nel mondo e nella società;
- le principali opere grammaticali e lessicografiche della lingua spagnola e le loro caratteristiche fondamentali;
- i più importanti meccanismi di funzionamento dello spagnolo per quanto riguarda le peculiarità della relazione fonema/grafema, gli elementi basilari del lessico e le strutture morfosintattiche dello spagnolo.

Programma

ARGOMENTI

Introduzione alla lingua spagnola:
1) Il mondo ispanofono: espansione, geografia e demolinguistica dello spagnolo.
2) Istituzioni e strumenti linguistici (dizionari e grammatiche).
3) Elementi costitutivi della lingua spagnola, affrontati con un approccio contrastivo (italiano/spagnolo):
- sistema fonetico e sistema grafico: un’introduzione;
- aspetti del lessico;
- lineamenti di morfosintassi.


BIBLIOGRAFIA

- GARCÍA DELGADO, J. L., «El valor económico del español: una incitación», Circunstancia, n. 13, 2007, pp. 1-3.
- GAROSI, L., «Oraciones pasivas en italiano y español: dificultades traductivas y análisis lingüístico contrastivo», RAEL. Revista Electrónica de Lingüística Aplicada, n. 9, 2010, pp. 122-133.
- GARRIDO, J., «Lengua y globalización: inglés global y español pluricéntrico», Historia y Comunicación social, n. 15, 2010, pp. 63-95.
- MORALES CAMPOS, E., «El español en la red, desde América Latina», Revista general de información y documentación, vol. XX, n. 1, 2010, pp. 13-23.
- MORENO FERNÁNDEZ, F. – OTERO ROTH, J., «El español en su dimensión demolingüística», Circunstancia, n. 13, 2007, pp. 1-9
- ROJO SÁNCHEZ, G., «El español en la red», Circunstancia, n. 13, 2007, pp. 1-5.
- SANGUINETTI, J. M., «La lengua como activo», Circunstancia, n. 13, 2007, pp. 1-2.
- SIDOTI, R., «La intercambiabilidad en por/para», redELE: Revista Electrónica de Didáctica ELE, n. 15, 2009.
- SIGUÁN, M., «Lengua y lenguas de España», Cuenta y razón, n. 138, 2005, pp. 147-162.
- TORRES TORRES, A., «Del castellano de “un pequeño rincón” al español internacional», Normas. Revista de estudios lingüísticos hispánicos, n. 3, 2013, pp. 205-224.
- TROVATO, G., «El régimen preposicional en español e italiano: breve estudio contrastivo y traductológico», Ogigia, n. 13, 2013, pp. 19-34.

La bibliografia è costituita da saggi pubblicati su riviste digitali ad accesso libero; pertanto saranno messi a disposizione sulla piattaforma “E-learning” dell’insegnamento.

N.B.: I materiali didattici utilizzati durante il corso costituiscono parte integrante del programma d’esame. Saranno messi a disposizione sulla pagina dell’insegnamento nella piattaforma “E-learning”.

Modalità d'esame

L’esame, in forma di prova scritta, verterà sul programma svolto durante le lezioni, sui materiali didattici e sulla bibliografia del corso. La prova sarà somministrata in lingua spagnola, ma, trattandosi dell’esame del 1° anno di corso, gli studenti potranno rispondere in lingua italiana.
L'esame sarà composto da domande aperte, domande a scelta multipla ed esercizi. Alcuni quesiti richiederanno riflessione metalinguistica e la capacità di individuare fenomeni trattati durante il corso e di proporre esempi degli stessi.
La prova avrà la durata di 60 minuti. I risultati saranno comunicati tramite avviso pubblicato nell’apposita pagina web (“Avvisi”), indicando il numero di matricola di ciascun studente.
La valutazione si baserà sui seguenti criteri: coerenza delle risposte fornite rispetto ai quesiti proposti; capacità di sintesi e di rielaborazione degli argomenti trattati; proprietà di linguaggio e chiarezza espositiva.
Il voto finale è determinato dalla media tra il punteggio conseguito nella certificazione di competenza linguistica e il voto della prova di esame.

Il programma, la bibliografia e le modalità d’esame sono le medesime per tutti gli studenti, compresi i non frequentanti. Questi ultimi possono utilizzare i “Testi utili di consultazione” indicati nei materiali didattici (slides) dell'insegnamento per risolvere eventuali dubbi o lacune riguardo agli argomenti trattati durante le lezioni.
Gli studenti Erasmus sono invitati a contattare il docente per delucidazioni.

PROPEDEUTICITÀ - COMPETENZA LINGUISTICA RICHIESTA
È richiesta una competenza linguistica di livello B1 o superiore.
La verifica della competenza linguistica si basa sulle certificazioni rilasciate dal CLA (Centro Linguistico di Ateneo) o dall’Instituto Cervantes ed è propedeutica all’esame con il docente di Lingua spagnola I.

RACCOMANDAZIONI RELATIVE ALLA CERTIFICAZIONE DI COMPETENZA LINGUISTICA
In sede d’esame i docenti di Lingua spagnola si fanno carico di controllare solo ed esclusivamente i risultati delle prove di certificazione linguistica del CLA superate nella stessa sessione dell’appello d’esame. Pertanto, gli studenti che hanno conseguito la competenza linguistica nelle sessioni CLA precedenti sono tenuti a procurarsi una copia cartacea del CERTIFICATO presso l’Ufficio Testing del CLA prima di presentarsi alla prova d’esame.
Anche chi ha conseguito la competenza linguistica richiesta presso l’Instituto Cervantes o attraverso il Progetto Tandem dovrà presentarsi all’appello d’esame munito di CERTIFICATO.
In assenza di CERTIFICATO non avrà luogo né la verbalizzazione, né la prova d’esame.

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017