Letteratura francese II (2010/2011)

Codice insegnamento
4S00881
Docente
Franco Piva
Coordinatore
Franco Piva
crediti
9
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
L-LIN/03 - LETTERATURA FRANCESE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I semestre dal 4-ott-2010 al 15-gen-2011.

Orario lezioni

Obiettivi formativi

Il corso intende presentare agli studenti le grandi linee dello sviluppo ideologico e letterario della Francia dalla fine del Seicento alla prima metà dell’Ottocento.

Programma

Parte I: Lo sviluppo ideologico.
Dopo aver presentato la crisi che ha investito la Francia alla fine del Seicento, la prima parte del corso illustrerà i grandi percorsi ideologici che hanno portato alla Rivoluzione dell’89 ed aperto la strada alla Francia moderna.
Parte II: Lo sviluppo letterario.
La seconda parte del corso prenderà in considerazione il romanzo francese, in particolare nelle sue forme primo-settecentesche.

Bibliografia:
A) Testi:
Parte I i testi saranno forniti in fotocopia all’inizio del corso.
Parte II: ABBE’ PREVOST, Manon Lescaut (edizione consigliata: Paris, Gallimard (“Folioplus”) 2008)
B) Strumenti critici:
Parte I: J. GOLDZINK, Histoire de la littératuire française: Le Dix-huitième siècle, Paris, Hachette, 1988, pp. 1-92, più le “Figures” prese in esame; T. TODOROV, L’esprit des Lumières, Paris, Robert Laffont, 2006.
Parte II: F. PIVA, Crise du roman, roman de la crise: aspects du roman à la fin du XVIIe siècle in AA.VV., Perspectives du la recherche sur le genre romanesque du XVIIe siècle, Pisa, ETS - Ginevra, Slatkine, 2000, pp. 281-303; F. PIVA, Une clé de lecture pour “Manon Lescaut”, «Cahiers sw l’Association Internationale des Etudes Françaises», n. 46 (1994), pp.329-353.

Ulteriori e più precise indicazioni saranno date all’inizio del corso

Modalità d'esame

L’esame consisterà in un colloquio, almeno parzialmente in lingua francese, nel quale lo studente dovrà dimostrare di possedere una discreta conoscenza della storia e della letteratura francese dalla fine del Seicento all’inizio dell’Ottocento, ed una buona preparazione sulle parti monografiche (Parti I e II).