Guida dello studente
Facoltà di Lingue e letterature straniere

Anno Accademico 2006/2007

Guida generata il 09/10/2006

Corso di Laurea Specialistica in Lingue per la comunicazione commerciale e la promozione del turismo internazionale

Elenco docenti

Nome E-mail Telefono
Birgit Alber  birgit.alber@univr.it  +39 045 802 8490 
Massimo Bianca  massimo.bianca@univr.it  +39 045 802 8406 
Silvia Cantele  silvia.cantele@univr.it  045/8028168 
Marta Degani  marta.degani@univr.it  +39 045 802 8728 
Maria Luisa Ferrari  marialuisa.ferrari@univr.it  0458028532 
Pierluigi Ligas  pierluigi.ligas@univr.it  +39 045 802 8408 
Caterina Martinelli  caterina.martinelli@univr.it  + 39 045 802 8663 
Maria del Carmen Navarro  carmen.navarro@univr.it  +39 045 802 8598 
Lucia Nazzaro  lucia.nazzaro@economia.univr.it  3493616181 
Matteo Pellizzari     
Claudia Robiglio  claudia.robiglio@univr.it  045/8028100 
Giovanna Siedina  giovanna.siedina@univr.it  +39 045 802 8405 
Antonella Toffali     
Marta Ugolini  marta.ugolini@univr.it  + 39 045 802 8126 

Elenco periodi

Nome periodo dal al
esami
Appelli facoltativi  30/11/2006  02/12/2006 
Sessione esami invernale  21/01/2007  24/02/2007 
Sessione esami estiva  04/06/2007  21/07/2007 
Sessione esami autunnale  03/09/2007  29/09/2007 
lauree
Sessione di laurea autunnale  27/11/2006  29/11/2006 
Sessione di laurea invernale  26/03/2007  30/03/2007 
Sessione di laurea estiva  25/06/2007  29/06/2007 
lezione
1 semestre  02/10/2006  20/01/2007 
2 semestre  26/02/2007  01/06/2007 

Elenco degli insegnamenti attivati

Insegnamenti del 1 semestre
Economia delle aziende a vocazione internazionale
Lingua francese I (LS)
Lingua inglese I (LS)
Lingua russa I (LS)
Lingua tedesca I (LS)
Insegnamenti del 2 semestre
Diritto industriale e commercio internazionale
Economia delle aziende turistiche e culturali
Geografia economico turistica ed organizzazione del territorio (avanzato)
Lettura ed analisi del bilancio
Lingua spagnola I (LS)
Management dei servizi
Marketing dei beni e dei servizi culturali
Metodologie e determinazioni quantitative d'azienda
Storia del commercio internazionale
Tutela della proprietà intellettuale

Programma degli insegnamenti

Diritto industriale e commercio internazionale
Docente:  Massimo Bianca
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso si propone di consentire agli studenti l’acquisizione dei concetti fondamentali regolanti il sistema della proprietà industriale e del commercio internazionale, anche con riferimento alla tutela della concorrenza.
Programma:  - Il sistema del diritto industriale e la funzione baricentrica del mercato e della concorrenza tra imprenditori
- Il diritto antitrust
- La tutela della concorrenza nel diritto statunitense, europeo, comunitario e nazionale: intese, abusi di posizione dominante e concentrazioni
- I divieto di aiuti di Stato e la tutela della concorrenza nel commercio comunitario
- La concorrenza sleale
- La tutela della proprietà industriale
- Disegni e modelli ornamentali
- Invenzioni industriali
- Modelli di utilità
- Nuove varietà vegetali
- Cenni alle invenzioni biotecnologiche

Bibliografia

Per la preparazione dell’esame si suggerisce l’uso di uno dei manuali dappresso indicati:
- Auteri – Floridia – Mangini – Olivieri – Ricolfi – Spada, Diritto industriale. Proprietà intellettuale e concorrenza, Torino, Giappichelli, 2005, ppgg.1 – 26, 39 – 49, 179 – 334, 363 – 480
- Vanzetti – Di Cataldo, Manuale di diritto industriale, Milano, Giuffrè, 2005, 3 – 130, 317 – 446, 475 – 486, 527 – 612

In ogni caso, lo studio va supportato con la lettura del Codice Civile, del Trattato CE, della L. 287/1990 e del D.Lgs. 10.02.2005 n. 30 (Codice della proprietà industriale). Quest’ultimo è reperibile nella gran parte delle edizioni aggiornate del “Codice Civile e leggi complementari”, ovvero sul sito del Parlamento Italiano (www.parlamento.it).
Modalità di esame:  L’esame si svolge in forma orale.
 
Economia delle aziende a vocazione internazionale
Docente:  Lucia Nazzaro
Crediti:  6.00
Periodo:  1 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  L’insegnamento ha l'obiettivo di approfondire le tematiche relative alla gestione delle imprese nel percorso di crescita internazionale. La complessità dei processi di sviluppo viene affrontata prendendo in esame le opzioni strategiche più opportune a seconda degli obiettivi e dei vincoli dettati dai diversi sistema-Paese.
Viene inoltre affrontato il problema del confronto competitivo con realtà economiche ed imprenditoriali emergenti appartenenti ad altri Paesi, anche attraverso lo studio e la discussione di specifici casi di imprese e/o di sistemi economici esteri.
Verranno organizzati momenti di incontro con testimoni privilegiati delle diverse realtà economiche (imprese, associazioni di categoria, enti di promozione).
Programma:  - Sviluppo dei processi di internazionalizzazione
- Imprese italiane ed innovazione: sfida per la competitività internazionale del Made in Italy
- Reti di imprese e sistema Paese
- Applicazione del business plan a progetti di internazionalizzazione
- Segmentazione del mercato internazionale
- Implicazioni culturali dei mercati
- Fattori di successo in un negoziato interculturale
- Standardizzazione e adattamento del prodotto
- Variabili legate alle risorse finanziarie
- Strumenti di finanza straordinaria per i rinnovamenti strutturali
- Investimenti diretti nei Paesi esteri
- Accordi di collaborazione
- Joint venture
- Sviluppo economico cinese: minaccia ed opportunità
- L’India e la ricerca di nuovi vantaggi competitivi
- Gli accordi economici ed il mercato comune Euromediterraneo

Bibliografia

I testi ed il materiale di studio verranno comunicati agli studenti all’avvio delle lezioni e pubblicati sulla pagina web del corso.
Modalità di esame:  L'esame consiste in una prova scritta, volta all'accertamento di conoscenze puntuali, integrata da un colloquio. Gli elaborati vengono corretti il giorno stesso o nei giorni immediatamente successivi. I risultati delle correzioni vengono pubblicati sul sito ed in bacheca, assieme ai calendari degli orali integrativi. Per gli studenti frequentanti viene organizzata una prova in itinere.
 
Economia delle aziende turistiche e culturali
Docente:  Matteo Pellizzari, Antonella Toffali - coordinatore
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso ha l’obiettivo di approfondire le tematiche relative alla gestione di imprese ricettive, agenzie di viaggi, tour operator, imprese di crociere e di trasporto aereo, ferroviario e su strada.
Vengono esaminati alcuni strumenti manageriali e di controllo delle performance.
Programma:  - Imprese alberghiere: organizzazione, funzioni principali, attività di supporto, prodotti/servizi di nicchia, integrazione con altri settori
- Imprese extra-alberghiere: villaggi turistici, bed & breakfast, agriturismi
- Imprese crocieristiche: cenni
- Agenzie di viaggio: struttura ed organizzazione delle agenzie, attività di front e back office, proposte di vendita di un viaggio
- Tour operator: struttura ed organizzazione di un tour operator, tipologie e problematiche del viaggio organizzato
- Vettori: struttura ed organizzazione di un vettore aereo, elementi di biglietteria aerea e ferroviaria, trasporto su strada
- Attività di incoming: la concorrenza, le tipologie di cliente, attività promozionali del territorio, rapporti con enti ed istituzioni pubbliche
- Attrazioni turistiche e musei: struttura, organizzazione, tipologie di prodotto/servizio offerto

Bibliografia

I testi ed il materiale di studio verranno comunicati agli studenti all’avvio delle lezioni e pubblicati sulla pagina web del corso.
Modalità di esame:  L'esame consiste in una prova scritta, volta all'accertamento di conoscenze puntuali, integrata da un colloquio. Gli elaborati vengono corretti il giorno stesso o nei giorni immediatamente successivi. I risultati delle correzioni vengono pubblicati sul sito ed in bacheca, assieme ai calendari degli orali integrativi.
 
Geografia economico turistica ed organizzazione del territorio (avanzato)
Docente:  Caterina Martinelli, Claudia Robiglio - coordinatore
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso ha l’obiettivo di sviluppare e approfondire competenze relative alla promozione turistica del territorio in collegamento con gli aspetti economici e paesaggistici e con gli assetti reticolari delle relazioni materiali e immateriali dei vari settori produttivi e dei servizi, utilizzando le metodologie proprie della geografia economica e turistica.
Il corso ha l’obiettivo di sviluppare e approfondire competenze relative alla promozione turistica del territorio in collegamento con gli aspetti economici e paesaggistici e con gli assetti reticolari delle relazioni materiali e immateriali dei vari settori produttivi e dei servizi, utilizzando le metodologie proprie della geografia economica e turistica anche con applicazioni legate alle nuove tecnologie (ICT).
Programma:  Il corso introduce lo studente allo studio dei diversi aspetti di carattere economico, socio-culturale e del paesaggio che si intrecciano con il turismo e che assumono importanza fondamentale nella promozione turistica odierna. Il settore turistico sarà analizzato nelle sue molteplici sfaccettature, ponendo l’accento sul ruolo dei diversi attori pubblici e privati che concorrono all’organizzazione economico-turistica del territorio e sulle relazioni, reali e potenziali, che intercorrono tra loro. Verranno analizzate le politiche adottate a livello istituzionale e le azioni messe in atto per favorire l’aggregazione delle imprese anche turistiche e la collaborazione tra territori adiacenti e confinanti con particolare riguardo all’introduzione dei Sistemi Turistici Locali.
Specifica attenzione sarà riservata alle tematiche relative ai trasporti, ai nuovi assetti urbani e ai crescenti “spazi” dedicati al turismo all’interno della città moderna, come pure alle trasformazioni che hanno recentemente interessato il mondo agricolo e rurale. Saranno individuati gli elementi naturali e antropici in grado di veicolare una forte immagine identitaria delle destinazioni turistiche, con particolare riferimento all’eno-gastronomia e agli elementi del patrimonio storico-artistico, situati in ambiente sia urbano sia rurale, e al nuovo ruolo che essi svolgono in relazione all’accoglienza e alla promozione turistica. Ulteriori tematiche di studio saranno gli itinerari turistico-culturali lunghi, a livello europeo, di singoli Paesi e locale e l’utilizzo delle ICT.
Numerose saranno le applicazioni a livello regionale e locale, nel cui ambito si evidenzieranno le politiche generali e di settore. Nello svolgimento del programma ci si avvarrà, tra l’atro, del supporto della documentazione statistica disponibile (Censimenti ISTAT, documenti prodotti a livello regione, provinciale, camerale etc.), che verrà analizzata soprattutto dal punto di vista metodologico, nonché di video e di altri materiali idonei di varia natura.

Bibliografia

Testi e altri materiali di studio verranno indicati durante il corso delle lezioni.
Modalità di esame:  Prova orale.
 
Lettura ed analisi del bilancio
Docente:  Silvia Cantele
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  L’insegnamento ha l'obiettivo di introdurre le nozioni e gli strumenti necessari alla comprensione del contenuto e della valenza informativa dei bilanci d’esercizio delle imprese.
Il corso dovrà pertanto condurre dai concetti basilari dell’economia aziendale, quali il reddito e il capitale d’esercizio, verso la conoscenza delle strutture di bilancio previste dalla normativa vigente.
Verranno inoltre introdotti gli strumenti di analisi che permettono di monitorare l’andamento economico, patrimoniale e finanziario delle imprese, con particolare riferimento a quelle operanti nel commercio internazionale.
Programma:  - Introduzione alla contabilità: il reddito e il capitale
- La normativa sul bilancio d’esercizio
- La clausola generale, i principi di redazione e di struttura
- I criteri di valutazione delle poste di bilancio
- Lo stato patrimoniale
- Il conto economico
- La nota integrativa
- L’analisi di bilancio: finalità e strumenti
- I concetti di redditività, solidità, liquidità e sviluppo aziendale
- Le riclassificazioni dello stato patrimoniale
- Le riclassificazioni del conto economico
- L’analisi di bilancio per indici
- L’analisi di bilancio per flussi e il rendiconto finanziario
- Esemplificazioni pratiche su bilanci di aziende commerciali

I testi e il materiale di studio verranno comunicati agli studenti all’avvio delle lezioni e pubblicati sulle pagine web di Facoltà.
Modalità di esame:  L'esame consiste in una prova scritta, sulle cui modalità verranno date ulteriori indicazioni durante le lezioni e sulle pagine web di Facoltà.
 
Lingua francese I (LS)
Docente:  Pierluigi Ligas
Crediti:  6.00
Periodo:  1 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Approfondimento dell’analisi metalinguistica della lingua francese nelle sue strutture sintattiche, testuali e pragmatiche.
Programma:  L’interaction verbale.

Bibliografia

P. Ligas, De quelques emplois du connecteur ‘mais’ dans les séquences dialoguées de Candide ou l’optimisme, in Lingua, Cultura e testo, Milano, Vita e Pen¬siero, 2003, pp. 425-437;
P. Ligas, Aspetti dell’interazione verbale ne La pluie d’été di Marguerite Duras, in Variis Linguis, Verona, Fiorini, 2004, pp. 323-335.

Capitoli tratti da:
P. Charaudeau Grammaire du sens et de l'expression, Paris, Hachette-Education, 1992;
M. Wilmet, Grammaire critique du français, 2e édition, Paris, Hachette Supérieur, Duculot, 1998.
Modalità di esame:  L’esame è orale e si svolgerà in lingua francese.
 
Lingua inglese I (LS)
Docente:  Marta Degani
Crediti:  6.00
Periodo:  1 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso intende offrire i presupposti teorici e gli strumenti metodologici per un’analisi testuale basata sul modello hallidayano di grammatica sistemico-funzionale.
Programma:  Testi di base

- D. Butt, R. Fahey, S. Spinks, C. Yallop, Using Functional Grammar: an Explorer’s Guide (2nd ed.), Sydney, NCELTR Publications, 2003.
- M. A. K. Halliday & C. Matthiessen, An Introduction to Functional Grammar (3rd ed), London, Arnold, 2004 (chapters: 3,4,5,7,9).

Testi di riferimento

- A. Downing, P. Locke, A University Course in English Grammar, Hemel Hemstead, Prentice Hall International, 1992.


Avvertenza
Gli studenti non frequentanti sono pregati di prendere contatto con la docente.
Modalità di esame:  Esame orale previa stesura di una elaborato da redarre secondo le modalità che verranno illustrate durante il corso.

Competenza linguistica richiesta
Livello 4-study (ALTE), C1 accademico (Consiglio d’Europa)
 
Lingua russa I (LS)
Docente:  Giovanna Siedina
Crediti:  6.00
Periodo:  1 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso mira a sviluppare il bagaglio lessicale dei discenti e si propone di fornire agli studenti un quadro dei principali processi evolutivi e di formazione del russo nell’attuale fase storica, sociale e culturale, e di approfondire la conoscenza delle caratteristiche tipologiche del russo e di alcuni modelli sintattico-stilistici su base comparativa e in funzione della traduzione.
Programma:  Il corso prevede la lettura e la traduzione di testi che presentano vari stili funzionali del russo. Le lezioni saranno incentrate sulla tecnica della traduzione, comprensione, interpretazione di testi con particolari linguaggi settoriali. La traduzione sarà accompagnata dal commento sintattico-grammaticale e stilistico del testo. Il materiale delle esercitazioni sarà tratto da periodici, guide storico-artistiche, testi letterari.

Bibliografia

- N. S. Valgina, Aktivnye processy v sovremennom russkom jazyke, Moskva 2001 (alcune parti, da indicare)
- C. Lasorsa-Siedina, V. Benigni, Il russo in movimento, Bulzoni, Roma 2003
- Ju. Dobrovol'skaja, L'ABC della traduzione, Venezia, Cafoscarina 2001

Altri materiali verranno forniti a lezione.
Modalità di esame:  Esame orale.
Lettura, traduzione e commento di un testo, colloquio.
 
Lingua spagnola I (LS)
Docente:  Maria del Carmen Navarro
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso ha come obiettivo lo studio delle metafore lessicalizzate mediante un approccio contrastivo (Spagnolo/Italiano).
Programma:  Il corso si propone di esplorare, a partire del concetto di equivalenza, le possibili strategie traslative delle metafore lesssicalizzate, sia da un punto di vista traduttivo (equivalenza comunicativa, equivalenza situazionale, equivalenza testuale), sia dal punto di vista lessicografico (equivalenza semantica, equivalenza funzionale).
Durante il corso si prevede l’analisi di due dizionari bilingui e di lavorare con testi letterari e non letterari al fine di studiare la metafora lessicalizzata nel suo contesto.

Bibliografia

- E. Samaniego Fernández, La traducción de la metáfora, Valladolid, Universidad de Valladolid, 1996.
- F. Casadei, Metafore ed espressioni idiomatiche, Roma, Bulzoni Editori, 1996.
- R. Rabadán, Equivalencia y traducción, Pamplona, Eunsa, 2005.
- G. Lakoff – M. Johnson, Matáforas de la vida cotidiana, Madrid, Cátedra, 1998 [1980].
- E. M. Iñesta – A. Pamies Bertrán, Fraseolgía y metáfora: aspectos tipológicos y cognitivos, Granada, Método Ediciones, 2002.
- C. Navarro, “Fraseología contrastiva: español / italiano”, in Variis Linguis, Verona, Edizioni Fiorini, 2004.

Ulteriori indicazioni bibliografiche e materiali utili per la preparazione all’esame saranno forniti durante le lezioni.
Modalità di esame:  L’esame consiste in una prova orale su questioni teoriche e pratiche che riguardano il programma del corso.

Competenza linguistica richiesta
-4 anno: Livello 4-study (ALTE), C1 accademico (Consiglio d’Europa).
-5 anno: Livello 5 (ALTE), C2 (Consiglio d’Europa).
 
Lingua tedesca I (LS)
Docente:  Birgit Alber
Crediti:  6.00
Periodo:  1 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso ha come obiettivo di esaminare la struttura metrica del tedesco e dell' italiano e le sue interazioni con la componente morfologica.
Programma:  "La struttura metrica del tedesco e dell' italiano". "Die metrische Struktur des Deutschen und des Italienischen". Partendo dalle fondamentali nozioni teoriche nell' ambito della teoria metrica, il corso si propone di fare un confronto fra le strutture metriche del tedesco e dell' italiano, soprattutto al livello dell' accento di parola. Esamineremo inoltre l' interazione fra la struttura metrica e la componente morfologica nelle due lingue. Infine esploreremo degli ambiti in cui la struttura ritmica gioca un ruolo particolare, come la pubblicità, le locuzioni idiomatiche ecc. Il corso si svolge in forma seminariale e prevede dunque da parte degli studenti il lavoro ad un progetto specifico e la sua presentazione in aula. Il corso sarà tenuto in lingua tedesca.

Bibliografia

Kager, R. 1995. 'The metrical theory of word stress' In Goldsmith, J.A. (a cura di), The handbook of phonological theory. Cambridge, MA/Oxford: Blackwell, 367-402.
Alber, B. 2005. "Foot". Voce per la Encyclopedia of Language and Linguistics, Elsevier.
Giegerich, H. (1985). Metrical phonology and phonological structure: German and English. Cambridge University Press, Cambridge (parti scelte)
Nespor, M. (1999). Fonologia, Il Mulino, Bologna. (parti scelte)

Altri testi relativi ai fenomeni scelti dagli studenti per il proprio lavoro di analisi verranno indicati durante il corso.
Modalità di esame:  L' esame consisterà nella valutazione degli elaborati scritti in lingua tedesca degli studenti. Per gli studenti non frequentanti è possibile sostenere un esame orale.

Competenza linguistica richiesta
Fa parte del corso la verifica della competenza linguistica del tedesco al livello C1accademico (per Lingua tedesca 4) e C2 (per Lingua tedesca 5).
 
Management dei servizi
Docente:  Marta Ugolini
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  L’insegnamento ha l'obiettivo di far comprendere le specificità delle imprese di servizi e della loro tipica gestione. Vengono presentati modelli di analisi del processo produttivo e di valutazione della qualità nell’ottica del cliente.
I contenuti proposti a livello teorico trovano completamento in alcune testimonianze dal mondo delle organizzazioni culturali. Vengono anche affrontate problematiche legate al “consumo” di servizi e di prodotti tout-court.
Programma:  - Lo sviluppo dei servizi nell’economia contemporanea
- Varietà e tratti comuni nei servizi
- Una classificazione “strategica” dei servizi
- Il livello di coinvolgimento del cliente
- Il prodotto ed il processo produttivo: l’architettura del processo ed i momenti della verità
- La qualità nei servizi: un modello basato sul gap tra attese e percezioni
- Le determinanti della qualità attesa ed il ruolo del passa-parola
- Prestazioni effettive e dimensioni della qualità tecnica: dimensione professionale, strutturale, organizzativa, economica
- Le determinanti della qualità percepita: qualità del tempo di attesa e qualità relazionale
- Il percorso dell’attractive quality
- Le analisi di customer satisfaction
- Lo sviluppo internazionale dei servizi
- Laboratorio sui comportamenti di consumo

I testi e il materiale di studio verranno comunicati agli studenti all’avvio delle lezioni e pubblicati sulle pagine web di Facoltà.
Modalità di esame:  L'esame consiste in una prova scritta, volta all'accertamento di conoscenze puntuali, integrata da un colloquio. La prova scritta comprende 5 domande aperte, cui è richiesta una risposta puntuale. Gli elaborati vengono corretti il giorno stesso o nei giorni immediatamente successivi. I risultati delle correzioni vengono pubblicati sul sito ed in bacheca, assieme ai calendari degli orali integrativi. Per gli studenti frequentanti viene organizzata una prova in itinere.
 
Marketing dei beni e dei servizi culturali
Docente:  Marta Ugolini
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  L’insegnamento ha l'obiettivo di far comprendere le specificità delle organizzazioni culturali, in quanto produttrici di valore economico. Viene presentato un modello di marketing adatto ai prodotti artistici e culturali in generale.
I contenuti proposti a livello teorico trovano completamento in alcune testimonianze dal mondo delle organizzazioni culturali. Vengono anche affrontate problematiche del “consumo” di prodotti culturali e di prodotti tout court.
Programma:  - Dal bene culturale al “prodotto” culturale
- Specificità del marketing culturale
- Caratteristiche delle organizzazioni culturali, missione e strategia
- Prodotti culturali e turismo, il turismo culturale come “scoperta”
- Il comportamento del turista fruitore di arte e cultura
- Segmentazione, targeting e posizionamento nel mercato culturale
- Le variabili del marketing mix
- Le ricerche di mercato e i sistemi informativi
- Customer satisfaction, valore e qualità per i beni e i servizi culturali
- Pianificare e controllare il processo di marketing
- Riflessioni settoriali:
- Il marketing dello spettacolo dal vivo
- Il turismo nelle città d’arte
- Il marketing museale
- Laboratorio sui comportamenti di consumo


I testi e il materiale di studio verranno comunicati agli studenti all’avvio delle lezioni e pubblicati sulle pagine web di Facoltà.
Modalità di esame:  L'esame consiste in una prova scritta, volta all'accertamento di conoscenze puntuali, integrata da un colloquio. La prova scritta comprende 5 domande aperte, cui è richiesta una risposta puntuale. Gli elaborati vengono corretti il giorno stesso o nei giorni immediatamente successivi. I risultati delle correzioni vengono pubblicati sul sito ed in bacheca, assieme ai calendari degli orali integrativi. Per gli studenti frequentanti viene organizzata una prova in itinere.
 
Metodologie e determinazioni quantitative d'azienda
Docente:  Silvia Cantele
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  L’insegnamento ha l'obiettivo di introdurre le nozioni e le metodologie per la determinazione delle quantità fondamentali d’azienda, finalizzate all’analisi del suo l’andamento economico-finanziario.
Il corso conduce dai concetti basilari dell’economia aziendale, quali il reddito e il capitale d’esercizio, verso la conoscenza dei fattori determinanti l’equilibrio economico, patrimoniale e finanziario dell’impresa, con particolare riferimento all’impresa turistica.
La comprensione di tali fattori richiede lo studio dei fondamenti della contabilità e del bilancio d’esercizio.
Programma:  - Introduzione alla contabilità: il reddito e il capitale
- Dalla contabilità al bilancio d’esercizio
- Il bilancio: principi generali e struttura
- I criteri di valutazione delle poste di bilancio
- I contenuti del bilancio:
- Lo stato patrimoniale
- Il conto economico
- La nota integrativa
- L’analisi di bilancio come strumento per l’analisi degli equilibri aziendali
- I concetti di redditività, solidità, liquidità e sviluppo aziendale
- Le tecniche di analisi di bilancio:
- Le riclassificazioni dei prospetti di bilancio
- L’analisi per indici
- L’analisi per flussi
- Esemplificazioni pratiche su bilanci di aziende operanti nel settore turistico.

I testi e il materiale di studio verranno comunicati agli studenti all’avvio delle lezioni e pubblicati sulle pagine web di Facoltà
Modalità di esame:  L'esame consiste in una prova scritta, sulle cui modalità verranno date ulteriori indicazioni durante le lezioni e sulle pagine web di Facoltà.
 
Storia del commercio internazionale
Docente:  Maria Luisa Ferrari
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso si propone di affrontare lo studio della storia del commercio internazionale attraverso l’illustrazione e la discussione di temi e problemi cruciali riguardanti i sistemi economici di domanda e di offerta di beni e il funzionamento dei mercati, al fine di sviluppare la capacità di interpretare e valutare mediante appropriati strumenti l’impatto delle scelte economiche sui sistemi commerciali del passato e del presente.
Programma:  Le relazioni economiche e il commercio internazionale nell’Ottocento e nel Novecento.

Bibliografia

J. FOREMAN-PECK, Storia dell’economia internazionale dal 1850 a oggi, Bologna, Il Mulino, 1999.

Avvertenze
Ulteriori indicazioni bibliografiche (in relazione alla consultazione e allo studio puntuale dei testi indicati) saranno esposte in bacheca e disponibili on-line.
Modalità di esame:  Esame orale.
 
Tutela della proprietà intellettuale
Docente:  Massimo Bianca
Crediti:  6.00
Periodo:  2 semestre
Anno di corso:
Obiettivi formativi:  Il corso si prefigge di consentire agli studenti l’acquisizione dei concetti regolanti l’intero sistema della proprietà intellettuale, con particolare riferimento all’acquisto, alla tutela ed alla negoziazione del diritto d’autore.
Programma:  - I beni immateriali ed il diritto industriale
- La “proprietà industriale” e la “proprietà intellettuale”
- Gli interessi coinvolti e le tecniche di protezione giuridica del diritto d’autore e dei diritti connessi
- Nascita ed evoluzione del diritto d’autore
- Le opere oggetto del diritto d’autore
- Il diritto d’autore nelle opere derivanti dal contributo di più soggetti
- Acquisizione del diritto d’autore
- Il contenuto del diritto d’autore
- I diritti connessi
- La negoziazione del diritto d’autore

Bibliografia

- Auteri – Floridia – Mangini – Olivieri – Ricolfi – Spada, Diritto industriale. Proprietà intellettuale e concorrenza, II edizione, Torino, Giappichelli, 2005, ppgg. 1 – 13, 25 – 39, 481 – 606
Lo studio va comunque necessariamente integrato con la lettura della L. 22 aprile 1941 n. 633, nel testo vigente ed aggiornato alle modifiche introdotte con il D.Lgs. 8 aprile 2003 n. 68. Questa può essere reperita nella gran parte delle più recenti edizioni in commercio del “Codice Civile e delle Leggi Complementari” successive al 2003.
Modalità di esame:  L’esame si svolge in forma orale.