Milan Kundera e Tolstoj: asimmetrie intertestuali

Data inizio
1 settembre 2016
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Lingue e Letterature Straniere
Responsabili (o referenti locali)
Aloe Stefano
Parole chiave
'Kundera','Tolstoj','Beethoven','Intertesto','Anna Karenina','L'insostenibile leggerezza dell'essere'

Nel tessuto intertestuale del romanzo di Milan Kundera Nesnesitelná lehkost bytí, una delle linee tematiche è costituita dai riferimenti ad Anna Karenina. Il romanzo di Tolstoj occorre lungo l’arco della trama kunderiana, ora in forme evidenti, ora sotto l’aspetto di parallelismi meno vistosi. Le tracce esplicite paiono dover svolgere un ruolo di attivatori di senso, suggerendo al lettore la possibilità, mai apertamente confermata, di seguire suggestioni intrecciate fra le chiavi di lettura dei due romanzi. È come se i parallelismi tolstoiani, soltanto intuiti, risuonassero per “oscillazione simpatica”, in senso musicale, laddove tra autore e lettore l’“accordatura” risulti perfetta e rilasci una ricca gamma di armonici. Uso metafore musicali in quanto alla linea tolstoiana si lega anche una seconda linea fondamentale – quella beethoveniana. Lungi dal cercare con Anna Karenina simmetrie perfette, lo scrittore ceco mette nel gioco dell’intertestualità una voce profonda, dove i rimandi rifuggono il biunivoco per tentare combinazioni plurivalenti e concertate.

Spese previste:
Missioni (con partecipazione a convegni) 1500 €
Pubblicazioni 250 €
Altre spese 250 €

Partecipanti al progetto

Stefano Aloe
Professore associato

Attività

Strutture