Oblio, censura e ricezione distorta nella letteratura russa degli anni ’20 e ’30 del Novecento: i casi di Lev Lunc e Sigizmund Kržižanovskij

Data inizio
1 marzo 2013
Durata (mesi) 
60
Dipartimenti
Lingue e Letterature Straniere
Responsabili (o referenti locali)
Boschiero Manuel
Parole chiave
Lev Lunc, Sigizmund Kržižanovskij, prosa russa del Novecento

Il progetto, prosecuzione naturale di precedenti attività di ricerca, è dedicato alla letteratura russa degli anni ’20-’30 del Novecento con particolare riferimento all’opera di Sigizmund Kržižanovskij (1887-1950) e Lev Lunc (1901-1924), due scrittori accomunati da un analogo destino di oblio e censura: entrambi, sia pure in misura diversa e con modalità differenti, sono stati ‘cancellati’ o relegati ai margini della storia letteraria sovietica per motivi ideologici. In ragione di questa ‘esclusione forzata’ dal contesto letterario nel quale essi erano vissuti, l’opera di Lunc e di Kržižanovskij presenta ancora oggi lati oscuri, il cui studio, da un lato permette di offrire una comprensione più approfondita e integrale della loro opera; dall’altro, proprio in virtù della peculiare condizione dei due scrittori, contribuisce a gettare nuova luce su aspetti inediti di un periodo cruciale della letteratura russa del Novecento, quale quello degli anni ’20 e ’30. Importo previsto relativo alle missioni: 1800 euro.

Partecipanti al progetto

Manuel Boschiero
Ricercatore a tempo determinato
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Letteratura russa e letterature slave comparate
Letteratura russa
Pubblicazioni
Titolo Autori Anno
La dialettica tra realtà e finzione come manifesto poetico: Vosvraa enie Mjunchgauzena (Il ritorno di Münchhausen, 1927-1928) di S. D. Kr~i~anovskij M. Boschiero 2014
Il patriota M. Boschiero 2013
"Il patriota" di Lev Lunc M. Boschiero 2013

Attività

Strutture