I limiti del pensabile: il Paradosso in letteratura

Data inizio
1 gennaio 2007
Durata (mesi) 
24
Responsabili (o referenti locali)
Longhi Silvia

«I limiti del pensabile: il Paradosso in letteratura»
Sono ben noti e ampiamente studiati sia i paradossi matematici, sia quelli logici e filosofici. Il presente progetto di ricerca propone una ricognizione sulla natura e la fortuna del paradosso letterario, che invece è fenomeno ancora piuttosto sfuggente: dalle sue manifestazioni più esplicite (es. le raccolte umanistiche di "Paradoxa"), alle tipologie più intermittenti e puntuali. Un sostrato concettuale forte sul quale riflettere è lo statuto di verità contro menzogna nel paradosso: in cui si scontrano vero e falso, possibile e impossibile.
Nella prima fase del lavoro, l’indagine esplorerà, a ampio raggio e senza restrizioni, svariati generi e forme: nodi paradossali in situazioni della tragedia; figure retoriche e topoi paradossali nella poesia lirica (cioè "impossibilia" e ossimori); temi paradossali nella poesia burlesca; paradossi nei racconti di sogni letterari; meccanismi paradossali nel racconto fantastico; massime e aforismi paradossali, ecc.
In particolare il mio lavoro si concentrerà in partenza sull’area della tragedia,della poesia lirica, dei racconti di sogni.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Raffaella Bertazzoli
Professore a contratto
Silvia Longhi

Attività

Strutture