Laurea in Lingue e culture per il turismo e il commercio internazionale

per Informazioni
Unità operativa: Gestione didattica

Per visualizzare il proprio percorso formativo indicativo selezionare il proprio anno di immatricolazione

Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.

Il piano didattico è suddiviso in curricula. Scegliere un curriculum:

* COMMERCIO INTERNAZIONALE
* TURISMO


Obiettivi formativi, Sbocchi professionali
Obiettivi formativi Obiettivo formativo fondamentale del corso di laurea in Lingue e Culture per il Turismo e il Commercio Internazionale è quello di fornire una preparazione linguistica e culturale in due lingue straniere e nella lingua italiana, integrata da una consapevolezza sulle organizzazioni imprenditoriali.
I laureati in Lingue e Culture per il Turismo e il Commercio Internazionale potranno perciò svolgere attività di mediazione linguistica in aziende ed enti, avendo acquisito:
- solida formazione linguistica in due lingue straniere scelte tra:
* Francese
* Inglese
* Spagnolo
* Russo
* Tedesco
* Cinese
Gli insegnamenti di lingua straniera sono erogati nelle corrispondenti lingue, salvo ulteriori indicazioni.
Tale formazione presuppone capacità di comprensione di testi scritti complessi, di espressione orale scorrevole e spontanea, di adattamento della lingua al contesto. Le competenze linguistiche si completano con un adeguato livello di cognizione sulle questioni meta-linguistiche;
- appropriata conoscenza delle culture dei paesi stranieri dove sono diffuse le lingue prescelte, con particolare attenzione per le dimensioni letteraria, storica e geografico-antropologica della cultura;
- buona capacità di applicare la lingua italiana, orale e scritta, ai contesti professionali;
- conoscenza di base in campo economico-aziendale e giuridico, nonché dei problemi degli ambiti lavorativi del turismo e del commercio internazionale. Tale conoscenza consentirà al laureato di inserirsi con consapevolezza in organizzazioni imprenditoriali;
- capacità di utilizzare gli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti professionali
L'articolazione del piano didattico prevede:
- un primo anno con obiettivi di introduzione rispetto alla formazione linguistica, letteraria, giuridica e manageriale
- un secondo anno, con prosecuzione della formazione di base linguistico-letteraria e introduzione di insegnamenti caratterizzanti
- un terzo anno, con completamento della formazione linguistica e collocazione di insegnamenti economico-giuridici caratterizzanti.

Al termine del percorso di studi è previsto un periodo di stage obbligatorio in organizzazioni imprenditoriali.
Sbocchi professionali Gli sbocchi occupazionali per il laureato in Lingue e Culture per il Turismo e il Commercio Internazionale sono individuabili soprattutto in quelle posizioni che richiedano competenze, con autonomia ideativa e organizzativa e in una dimensione tendenzialmente internazionale, legate ai rapporti turistici, commerciali e gestionali. Il laureato sarà in grado di curare nelle lingue di studio, oltre che in italiano, testi riguardanti lo scambio turistico e le operazioni commerciali; più in generale, il laureato sarà in grado di svolgere tutte quelle funzioni che richiedano di saper interpretare e gestire in termini innovativi e propositivi situazioni legate al fenomeno turistico e agli scambi internazionali. A titolo esemplificativo, il laureato in Lingue e Culture per il Turismo e il Commercio Internazionale potrà ricoprire posizioni di tipo amministrativo, qualificate dalla necessità di una competenza linguistica, nell’ambito di: - Agenzie di viaggio nazionali e internazionali; - Enti pubblici per lo sviluppo turistico del territorio; - Associazioni turistiche private; - Strutture deputate alla promozione del commercio estero e/o alla gestione dei rapporti con la clientela in aziende operanti sul mercato internazionale. All’interno di questi ambiti, il laureato in Lingue e Culture per il Turismo Internazionale potrà rivestire ruoli professionali tra cui: - tecnico della vendita e della distribuzione; - tecnico del marketing e dell’organizzazione commerciale; - agente di viaggio.

Funzione in un contesto di lavoro:
Funzioni di gestione delle attività legate al turismo e al commercio internazionale; in particolare attività di mediazione linguistica (francese, inglese, russo, spagnolo e tedesco), gestione e organizzazione in aziende ed enti del settore turistico o del commercio internazionale in base alle seguenti competenze:

- appropriata conoscenza delle culture dei paesi stranieri dove sono diffuse le lingue prescelte, con particolare attenzione per le dimensioni letteraria, storica e geografico-antropologica della cultura;
- mediazione linguistica
- buona capacità di applicare la lingua italiana, orale e scritta, ai contesti professionali;
- conoscenza di base in campo economico-aziendale e giuridico, nonché dei problemi degli ambiti lavorativi del turismo e del commercio internazionale. Tale conoscenza consentirà al laureato di inserirsi con consapevolezza in organizzazioni imprenditoriali;
- capacità di utilizzare gli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti professionali.

Competenze associate alla funzione:
appropriata conoscenza delle culture dei paesi stranieri dove sono diffuse le lingue prescelte, con particolare attenzione per le dimensioni letteraria, storica e geografico-antropologica della cultura;
- mediazione linguistica
- buona capacità di applicare la lingua italiana, orale e scritta, ai contesti professionali;
- conoscenza di base in campo economico-aziendale e giuridico, nonché dei problemi degli ambiti lavorativi del turismo e del commercio internazionale. Tale conoscenza consentirà al laureato di inserirsi con consapevolezza in organizzazioni imprenditoriali;
- capacità di utilizzare gli strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti professionali

Sbocchi occupazionali:
Aziende di vari settori ed enti del settore turistico e del commercio internazionale.