Geografia culturale e itinerari (2017/2018)

Codice insegnamento
4S02899
Docente
Caterina Martinelli
Coordinatore
Caterina Martinelli
crediti
6
Settore disciplinare
M-GGR/01 - GEOGRAFIA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
I semestre dal 2-ott-2017 al 20-gen-2018.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di favorire l’acquisizione di competenze di carattere teorico, pratico e metodologico nell’ambito della Geografia Culturale e dei suoi approcci allo studio del turismo, nonché di offrire spunti e strumenti di riflessione critica riguardo al rapporto tra turismo e spazio. L’insegnamento desidera inoltre favorire lo sviluppo di competenze teorico-pratiche di base relative all’impostazione e comunicazione della ricerca, anche in vista della stesura della tesi di laurea.

Programma

Geografia culturale: inquadramento storico, teorico, metodologico
- Contestualizzazione nell'ambito della Geografia umana
- Evoluzione storica
- Orientamenti epistemologici
- Aspetti metodologici
Studi turistici: Evoluzioni recenti
Geografia (culturale) e Studi Turistici
Strumenti d’indagine: Metodi di ricerca qualitativi nell’ambito della geografia culturale del turismo
Progettazione della ricerca e aspetti formali di uno scritto accademico
Casi studio relativi alla geografia culturale del turismo (i casi di studio saranno utilizzati anche per consolidare le competenze acquisite in relazione alla progettazione della ricerca e agli aspetti formali propri di un testo accademico).

MODALITÀ DIDATTICHE
Lezioni frontali e workshop, con lavori di gruppo che mirano a favorire la partecipazione attiva e critica in aula e valutabili ai fini dell’esame. Eventuali interventi di esterni.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI ESSENZIALI
a) Appunti delle lezioni (per frequentanti)
b) Libri
- Martinelli C. (2015) La Geografia Culturale nel Contesto della Geografia Umana ‘Internazionale’. Verona, QuiEdit.
- Minca C. e Colombino A. (2012) Breve Manuale di Geografia Umana. Trento, Cedam. (Introduzione; Parte III: I Viaggi del Geografo – Introduzione e capp. 8 e 9; Parte IV: La Pratica del Geografo: Introduzione e cap. 10; Conclusioni).
c) Articoli di rivista
- Franklin A. and Crang M. (2001) The Trouble with Tourism and Travel Theory? Tourist Studies, 1(1): 5-22.
- Edensor T. (2009) Tourism. In Thrift N. And Kitchin R. (eds.) International Encyclopedia of Human Geography, Oxford, Elsevier, 301-312.
- Gibson C. (2008) Locating geographies of tourism. Progress in Human Geography, 32(3) 407-422.
- Gibson C. (2009) Geographies of tourism: critical research on capitalism and local livelihoods. Progress in Human Geography, 33(4) 527-534.
- Gibson C. (2010) Geographies of tourism: (un)ethical encounters. Progress in Human Geography, 34(4) 521-527.
- Crang M. (2005) There is nothing outside the text?, Progress in Human Geography, 29(2): 225-233.
d) Eventuali altri materiali e riferimenti bibliografici di supporto e/o approfondimento indicati nel corso delle lezioni (per frequentanti).

NB: Le/I non frequentanti seguiranno il programma indicato sopra. Dovranno inoltre concordare con la docente alcune letture integrative.

Modalità d'esame

MODALITÀ D'ESAME E CRITERI DI VALUTAZIONE
L’esame si svolgerà in forma orale ed è volto ad accertare l’acquisizione delle conoscenze oggetto dell’insegnamento, la capacità di effettuare collegamenti tra i diversi aspetti trattati e di rielaborare criticamente i contenuti dell’insegnamento stesso.

Criteri di valutazione:
‐ Conoscenza dei concetti e degli argomenti relativi all’insegnamento
‐ Capacità di collegare tra loro i diversi aspetti trattati
‐ Capacità di rielaborare criticamente i temi e le idee oggetto dell’insegnamento
‐ Capacità di supportare la discussione con evidenze ed esempi.
‐ Uso appropriato del lessico geografico.
‐ Chiarezza e coerenza espositiva.

NB: Per le/i frequentanti sarà concordata in aula una prova in itinere che verterà sulla parte di programma svolto in aula prima della prova stessa. La prova si svolgerà in forma scritta, con domande aperte che richiedono risposte brevi e puntuali. I criteri di valutazione saranno i medesimi indicati per la prova finale. Inoltre, trattandosi di uno scritto, sarà considerato anche l’uso corretto della grammatica, dell’ortografia e della sintassi. Qualora superata, la prova in itinere sarà considerata valida ai fini dell’esame conclusivo. In questo caso, l’esame finale si svolgerà con gli stessi criteri sopra indicati, ma riguarderà la parte del programma svolta successivamente alla prova in itinere e concorrerà con la stessa alla definizione del voto.
Concorrerà alla definizione del voto finale anche la partecipazione ai lavori di gruppo proposti in aula qualora questi abbiano richiesto una preparazione al di fuori delle ore di lezione.

Opinione studenti frequentanti - 2017/2018