Diritto pubblico dell'economia (2015/2016)

Codice insegnamento
4S00912
Docenti
Matteo Nicolini, Daniele Butturini
Coordinatore
Matteo Nicolini
crediti
9
Settore disciplinare
IUS/09 - ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I semestre dal 1-ott-2015 al 9-gen-2016.

Orario lezioni

I semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 11.30 - 13.00 lezione Aula 2.4  
martedì 11.30 - 13.00 lezione Aula 2.4  
giovedì 11.30 - 13.00 lezione Aula 2.4  

Obiettivi formativi

Il corso introduce allo studio del diritto pubblico ed europeo, dei sistemi giuridici e della regolamentazione pubblica delle attività economiche, mediante il ricorso alla comparazione giuridica.

Programma

Il corso si propone di fornire allo studente gli strumenti necessari per la comprensione del fenomeno giuridico, concentrandosi con particolare sugli istituti più rilevanti del diritto costituzionale pubblico e costituzionale e del diritto dell’economia, esaminati ricorrendo al metodo comparato.
A tal fine, una prima parte del corso sarà dedicata all’introduzione al fenomeno giuridico, alle nozioni fondamentali del diritto pubblico e dei sistemi giuridici comparati. Si esamineranno i concetti di fonti del diritto, di famiglia giuridica e le varie famiglie giuridiche (common law, civil law, famiglia giuridica socialista e sistemi post-socialisti, diritto islamico, indù, dell’estremo Oriente, dell’Africa subsahariana.
Una seconda parte del corso atterrà alle costituzioni, alle forme di esercizio del potere pubblico (forme di stato e di governo), alle relative articolazioni su base territoriale (stati federali, regionali), all’incidenza che su di esse ha il processo di integrazione europea. Si illustreranno così gli istituti più rilevanti del diritto pubblico. Si evinceranno inoltre le interazioni tra diritto di derivazione europea e diritto tradizionale nel'Africa australe.
La terza parte del corso esaminerà i rapporti tra stato ed economia. Particolare attenzione sarà dedicata al diritto dell’Unione europea – che oramai regola, per la gran parte, le attività regolative dei soggetti pubblici nell’economia – e la c.d. finanza pubblica (poteri distributivi dei poteri pubblici, spesa pubblica, pareggio di bilancio, relazioni intergovernative finanziarie) e le recenti riforme che, a livello sovranazionale, impongono la riduzione dei disavanzi eccessivi.

Bibliografia

Per gli studenti frequentanti
a) appunti delle lezioni;
b) M. Nicolini, La giustizia costituzionale in Africa australe. L'eredità europea, il diritto tradizionale, il global judicial dialogue, FiloDiritto, Bologna, 2015.
c) L. Acquarone et al. Sistemi giuridici del mondo, Giappichelli, Torino,2012.

Per gli studenti non frequentanti

1) G. Morbidelli, L. Pegoraro, A. Reposo, M. Volpi, Diritto pubblico comparato, Giappichelli, Torino, 2016 limitatamente a:
Cap. I;
Cap. II;
Cap. III, sez. I;
Cap. III, sez. II, parr. 1-4;
Cap. III, sez. III;
Cap. IV;
Cap. VI;
Cap. VII;
Cap. IX.

2) gli studenti potranno scegliere in alternativa uno dei seguenti testi:
2a) M. Nicolini, La giustizia costituzionale in Africa australe. L'eredità europea, il diritto tradizionale, il global judicial dialogue, FiloDiritto, Bologna, 2015;

oppure

2b)F. Trimarchi Banfi, Lezioni di diritto pubblico dell'economia, Giappichelli ult. ed.

Modalità d'esame

orale

Materiale didattico

Documenti

Opinione studenti frequentanti - 2015/2016