Letteratura e cultura tedesca 1 [Cognomi A-L] (2014/2015)

Codice insegnamento
4S002904
Docente
Massimo Salgaro
Coordinatore
Massimo Salgaro
crediti
6
Settore disciplinare
L-LIN/13 - LETTERATURA TEDESCA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
II semestre dal 23-feb-2015 al 30-mag-2015.

Orario lezioni

II semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 8.30 - 10.00 lezione Aula T.6  
giovedì 8.30 - 10.00 lezione Aula T.6  

Obiettivi formativi

Il corso si propone di presentare agli studenti i momenti più significativi della letteratura tedesca del Novecento offrendo un’introduzione alla correnti più rappresentative del secolo: Impressionismo, Espressionismo, Letteratura tedesca durante e dopo la seconda guerra mondiale, la letteratura dell'esilio, la letteratura dopo la reunificazione tedesca.

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà dimostrare di possedere una conoscenza approfondita degli argomenti proposti, riguardanti sia il periodo storico-letterario che le opere in lingua; dovrà inoltre dimostrare di essere in grado di analizzare e comprendere i testi in programma e di esporre le conoscenze maturate.

Programma

La letteratura tedesca dell'Alto Adige
Quando si parla di "letteratura tedesca" si intende solitamente la letteratura germanofona di nazioni a noi vicine come Germania, Austria e Svizzera. In realtà, dal nostro punto di vista, la letteratura tedesca non è da intendere esclusivamente come "letteratura straniera" visto che dal 1919 in poi un territorio germanofono, l'Alto Adige, è stato assimilato all'interno dei nostri confini nazionali. Negli ultimi anni la letteratura altoatesina in lingua tedesca ha imposto diversi autori quali N.C.Kaser, Franz Tumler, Jospeph Zoderer, Oswald Egger e Roberta Dapunt sulla scena letteraria nazionale e internazionale. Inoltre la letteratura italiana sembra aver iniziato un dialogo proficuo con questo territorio plurilingue (cfr. Francesca Melandri, "Eva dorme"; Lilli Gruber, "Eredità").

Contesto storico:
• La storia dell’Alto Adige dal Medioevo al presente (con particolare focalizzazione sul Novecento)
Contesto storico-letterario:
• La storia della letteratura dell’Alto Adige nel Novecento
• L’impressionismo: Stefan George (Komm in den totgesagten Park)
• L’espressionismo: Jakob van Hoddis (Weltende), Gottfried Benn (Kleine Aster, Schöne Jugend)
• La letteratura dell’esilio (Lo scambio epistolare fra Klaus Mann e Gottfried Benn), Thomas Mann (Die Budenbrooks, Tonio Kröger, Der Tod in Venedig + film), Anna Seghers Das siebte Kreuz (romanzo e fumetto)
• La Shoah e il suo ricordo: Una sorta di introduzione: Stanley Milgram (Obbedienza all’autorità), Art Spiegelman (Maus)
• Paul Fleming e la poesia barocca (lezione della prof. Maris Sagpaak)
• Rinascimento tedesco e rinascimento italiano (lezione del prof. Boris Schwenke)
Film:
• Luchino Visconti, La morte a Venezia
Letture obbligatorie:
N.C. Kaser, Stadtstiche (Meran, Bozen, Trento)
Joseph Zoderer, Die Walsche (edizione in lingua originale)
Claudio Magris, Antholz (in: Microcosmi 1999, pp. 189-229)

Studenti frequentanti
Il Corso è strutturato in un unico modulo (didattica frontale); dopo una breve introduzione in lingua italiana il corso si svolge in lingua tedesca.
Una parte dei testi verrà messo a disposizione degli studenti in forma di fotocopia.
Ulteriore materiale didattico sarà disponibile sulla piattaforma e-learning dell’insegnamento.


Integrazioni per gli studenti non frequentanti*:
• Introduzione a Stanley Milgram, Obbedienza all’autorità di Adriano Zamperini, pp. IX-XLV.
• Da Rappresentare la Shoah a cura di Alessandro Costazza il saggio di Marco Castellari, Documento e allegoria, 203-221.
• Massimo Salgaro, Il fumetto di La settima croce di Anna Seghers e la fine dell’esilio del fumetto in Tristia. Scritture dall’esilio a cura di Anna Maria Babbi, Verona 2013.
• Bernhard Arnold Kruse, Wider den Nationalismus – oder von den Schwierigkeiten eines interkulturellen Lebens, 2012, pp. 186-248.


Modalità d'esame

L’esame è orale e si svolge in lingua italiana. La prova orale unica verte sull’intero programma e consiste in un colloquio teso a verificare:
- la profondità e l’ampiezza delle conoscenze maturate
- la capacità di analizzare e comprendere i testi letterari in programma
- la capacità argomentativa e l’abilità di collegare le conoscenze in una riflessione storico-culturale e critico-letteraria
La valutazione finale è espressa in 30esimi.