Geografia e storia dell'arte (2012/2013)

Codice insegnamento
4S02900
Docente
Giorgio Fossaluzza
Coordinatore
Giorgio Fossaluzza
crediti
6
Settore disciplinare
L-ART/02 - STORIA DELL'ARTE MODERNA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
II semestre dal 25-feb-2013 al 31-mag-2013.

Orario lezioni

II semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
lunedì 14.30 - 16.00 lezione Aula 2.5  
venerdì 10.00 - 11.30 lezione Aula T.7  

Obiettivi formativi

Il “turismo culturale”, quello interessato fra i beni culturali al patrimonio artistico, oggi ricerca quest’ultimo il più possibile in un’integralità di visione: nel contesto territoriale ed urbano originari, ovvero assieme a tradizioni, usi e costumi di vita, a espressioni di cultura e civiltà.
Il venir meno delle passate artificiose distinzioni gerarchiche delle opere d’arte, specie di conseguenza all’apertura alle dinamiche artistiche che si instaurano fra centro e periferia, ha prodotto il progressivo ampliarsi delle conoscenze sulle espressioni diffuse ad ogni livello nei contesti territoriali. Di pari passo ha operato la ricerca storica, anche quella dedita allo studio delle tradizioni o, ad esempio, quella delle espressioni linguistiche e letterarie, o interessata al governo dell’ambiente naturale e paesaggio. Tali acquisizioni in ambito geografico, storico e storico-artistico sono sottoposte alla richiesta di una doverosa divulgazione che viene sollecita dal ”turismo culturale”. A sua volta questo spinge per il recupero e valorizzazione di questi patrimoni in quanto espressione di esperienze e valori umani, e perché validi in sé per la loro bellezza. Nel fare esperienza della bellezza di un territorio il turista culturale proietta e concretizza l’attesa di una migliore qualità della vita.
Indicate queste premesse, obiettivo del corso è quello di fornire conoscenze basilari di storia dell’arte e strumenti per rispondere a tale domanda del turismo culturale. Si propone l’acquisizione di capacità a mettere assieme in progetti mirati (itinerari) conoscenze sulla geografia, storia e arte di un contesto territoriale, noto o meno turisticamente, con particolare riguardo al Veneto, ovvero alle Venezie, a Verona e al Veronese.
La finalità divulgativa e la destinazione alla domanda turistica degli itinerari richiede l’acquisizione di terminologia appropriata nelle lingue straniere scelte dallo studente.

Programma

Prima parte:
Istituzioni di storia dell’arte con particolare riguardo alle realtà territoriali del Veneto.
Periodizzazione: 1.Arte romana dalla repubblica all’impero, con particolare riguardo alle vestigia romane di Verona, Altino, Oderzo, Aquileia. 2.L’Alto Medioevo 3.Il Romanico
4.Il Gotico 5.Il Rinascimento e Manierismo 6. Arte in età post-tridentina 7. Barocco e Rococò. 8. Neoclassicismo, con particolare riguardo a Canova e alla gipsoteca di Possagno. 9. I musei:formazione e caratteristiche dei musei civici e di interesse locale.

Seconda parte
Itinerari di storia dell’arte nel Veneto, esemplificazioni:
a. Il lago di Garda: aspetti di cultura, civiltà , paesaggio e arte.
b. il “fenomeno” della villa veneta e il governo del paesaggio.

Terza parte
Attività seminariale.
Progetto di itinerario didattico interdisciplinare: Due città gemelle. Verona e Pavia sulle orme di Dante, Petrarca e Boccaccio. In collaborazione con l’Istituto Comprensivo di San Martino Siccomario (Pavia). Partendo dai riferimenti a Pavia e Verona presenti nelle opere di Dante (Divina Commedia), Petrarca (Epistole), Boccaccio (Decameron), si costruiranno percorsi storico - artistici alla riscoperta del volto trecentesco delle due città.
Presentazione e discussione di elaborati scritti individuali o di gruppo riguardanti l’illustrazione divulgativa di un monumento o un itinerario concordato: affreschi nelle chiese romaniche del territorio veronese.
Visita ai musei civici veronesi.

Bibliografia del corso
Per la prima parte del corso si richiede lo studio dei capitoli relativi di un manuale di storia dell’arte delle scuole medie superiori. Per la altre parti del corso verranno messi a disposizione materiali bibliografici a lezione.
Modalità d’esame

Modalità d'esame

Esame orale
Presentazione dell’elaborato