Metodologie e determinazioni quantitative d'azienda (2012/2013)

Codice insegnamento
4S01046
Docente
Corrado Corsi
Coordinatore
Corrado Corsi
crediti
6
Settore disciplinare
SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
II semestre dal 25-feb-2013 al 31-mag-2013.

Orario lezioni

II semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 13.00 - 14.30 lezione Aula 2.5  
giovedì 16.00 - 17.30 lezione Aula T.7  

Obiettivi formativi

Obiettivi formativi:
L’insegnamento si propone di approfondire le tematiche della determinazione e dell'interpretazione delle quantità d'azienda strumentali alla valutazione dell'equilibrio economico e finanziario della gestione.
Dopo aver preliminarmente introdotto alcuni concetti basilari dell'economia aziendale, l’insegnamento focalizza l’attenzione sul contenuto a sulla struttura dei documenti che compongono il bilancio di esercizio, al fine di chiarire l’origine ed il significato delle voci e dei valori che vi compaiono. L’insegnamento approfondisce, inoltre, le principali tecniche di analisi dei dati di bilancio, improntate sia alla ricostruzione dei flussi economico-finanziari sia all'elaborazione di appropriati indicatori, in grado di far emergere, attraverso il loro opportuno coordinamento, informazioni più complesse e significative per la governance.
Le modalità didattiche adottate consistono in lezioni frontali nel corso delle quali vengono affrontati e discussi gli argomenti oggetto del programma, così da stimolare nello Studente la capacità critica, l’autonomia di giudizio nonché l’abilità comunicativa e relazionale.

Programma

1. L'attività economica in forma aziendale: la derivazione del concetto di impresa.
2. La gestione e la sua unitarietà spazio-temporale.
3. Le quantità d'azienda.
4. L'equilibrio economico-finanziario della gestione.
5. Il sistema informativo aziendale e l'approccio contabile al trattamento delle informazioni.
6. Il reddito ed il capitale di esercizio: determinazione, rappresentazione ed interpretazione dei valori.
7. Il bilancio di esercizio: contenuto e struttura.
8. Il significato ed il collegamento logico tra i valori di bilancio.
9. La riclassificazione dei prospetti di bilancio e le principali tecniche di analisi consuntiva e prospettica per la valutazione degli equilibri gestionali.

I contenuti del libro di testo sono aderenti al programma; ulteriore materiale didattico viene fornito a lezione e reso disponibile anche agli Studenti non frequentanti sulla piattaforma e-learning, alla quale si accede con password fornita dal Docente.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
F. Favotto (a cura di) Economia aziendale. Modelli, misure e casi. (Edizione 2) McGraw-Hill 2007 978-88-386-6211-9 con riferimento ai seguenti capitoli: Capitolo 1, Capitolo 2, Capitolo 6 (con esclusione del paragrafo 6.7), Capitolo 7.

Modalità d'esame

La modalità di accertamento dell’apprendimento prevede una prova scritta (valutata in 30esimi), eventualmente integrata da una prova orale. Il giudizio complessivo è espresso in 30esimi.
La prova scritta è composta da due quesiti:
- il primo propone domande a risposta multipla ed è teso a verificare le conoscenze dello Studente sui diversi argomenti del programma;
- il secondo è relativo al corretto utilizzo di informazioni relative agli accadimenti gestionali al fine di pervenire, in concomitanza o in alternativa, alla determinazione delle principali quantità d’azienda, alla costruzione degli indicatori utili all’analisi di bilancio ed alla reda-zione dei prospetti contabili del bilancio di esercizio. Tale quesito si propone di accertare le conoscenze e le competenze specifiche dello Studente in merito alla struttura dei prospetti ed al contenuto delle poste di bilancio, nonché all’utilizzo delle informazioni in essi contenute al fine di orientare le decisioni gestionali.
La prova orale può essere richiesta, facoltativamente, dagli studenti che abbiano riportato nella prova scritta una valutazione almeno pari a 27/30esimi. Essa è volta ad accertare anche la capacità comunicativa dello studente, tenendo conto in particolare:
- del livello di approfondimento delle nozione apprese;
- della proprietà di linguaggio rispetto ai contenuti appresi;
- della capacità di collegamento sistemico delle conoscenze acquisite.