Filologia italiana (2011/2012)

Codice insegnamento
4S00846
Docente
Paolo Pellegrini
Coordinatore
Paolo Pellegrini
crediti
9
Settore disciplinare
L-FIL-LET/13 - FILOLOGIA DELLA LETTERATURA ITALIANA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
I semestre dal 3-ott-2011 al 14-gen-2012.

Orario lezioni

I semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 8.30 - 10.00 lezione Aula T.7  
giovedì 13.00 - 14.30 lezione Aula T.7  
venerdì 13.00 - 14.30 lezione Aula 2.6  

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire i fondamenti metodologici per valutare la tradizione dei testi ed impostarne una moderna edizione critica; insieme ad una sommaria storia delle varie modalità di produzione e diffusione del testo scritto, verranno analizzati i principali metodi di ricostruzione e restauro testuale, e le relative implicazioni linguistiche. Nella seconda parte, saranno introdotti tanto i vari aspetti e problemi legati all’analisi e all’interpretazione storica dei testi volgari e della loro trasmissione, quanto i principali criteri metodologici applicati nella loro edizione critica, facendo particolare attenzione al rapporto tra ricostruzione del testo e problemi interpretativi, al problema del testo base ed alle varie tecniche di restituzione formale dei testi volgari antichi pervenuti in forma non autografa.

Programma

Il corso è impartito con modulo unico: tuttavia, per comodità di distribuzione del programma, le lezioni e la relativa bibliografia sono distinte nelle seguenti parti:

I parte – Istituzioni di filologia: problemi e metodi. [18 ore = 3 CFU]

A. STUSSI, Breve avviamento agli studi di filologia italiana, Bologna, Il Mulino, 2002.

B. BENTIVOGLI-P. VECCHI GALLI, Filologia italiana, Milano, B. Mondadori, 2002.

I due manuali sopra indicati sono obbligatori per tutti e necessari alla preparazione dell'esame.

II parte – Genesi e sviluppo di una disciplina [18 ore = 3 CFU]

A. STUSSI (a cura di), Fondamenti di critica testuale, Bologna, Il Mulino, 2006.

S. TIMPANARO, La genesi del metodo del Lachmann, con una presentazione e una postilla di Elio Montanari, Torino, UTET, 2003.

III parte – Antichi testi in volgare veronese

P. TOMASONI, Veneto, in SERIANNI L., TRIFONE P. (a c. di), Storia della lingua italiana, III, Torino, Einaudi, 1994, pp. 212-240.
F. RIVA, Gli scrittori in volgare, in Verona e il suo territorio, II, Verona, Banca Popolare, 1964, pp. 423-76.
A. MUSSAFIA, Monumenti antichi di dialetti italiani, in «Sitzungsberichte der Wiener Akademie der Wissenschaften», XLVI (1864), pp. 113-235, da leggere la sola Introduzione scaricabile dal sito www.archive.org, o nella rist. anastatica A. MUSSAFIA, Monumenti antichi di dialetti italiani, Bologna, Forni, 1980 o in A. MUSSAFIA, Scritti di filologia e linguistica, a cura di A. Daniele e L. Renzi, Padova, Antenore, 1983, pp. 221-46.

A lezione saranno inoltre indicati e resi disponibili alcuni articoli di particolare rilievo, comparsi in riviste specializzate.

Per i non frequentanti è richiesta inoltre la lettura di:

Passione veronese, a cura di P. PELLEGRINI, Roma - Padova, Antenore, 2011 in corso di stampa.
G. INGLESE, Come si legge un'edizione critica, Roma, Carocci, 1999.

Modalità d'esame

L’esame si svolgerà in forma orale.

Materiale didattico

Documenti