Geografia del turismo e organizzazione del territorio (2011/2012)

Codice insegnamento
4S02446
Docente
Caterina Martinelli
Coordinatore
Caterina Martinelli
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-GGR/01 - GEOGRAFIA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
II semestre dal 27-feb-2012 al 26-mag-2012.

Orario lezioni

II semestre
Giorno Ora Tipo Luogo Note
martedì 8.30 - 10.00 lezione Aula T.8  
venerdì 14.30 - 16.00 lezione Aula T.8  

Obiettivi formativi

Il corso mira a fornire gli strumenti teorici e metodologici atti a favorire la capacità di pensare geograficamente, in modo critico. Nello specifico si propone di fornire conoscenze concettuali di base per la decodificazione dell’organizzazione territoriale e per la comprensione del fenomeno turistico e delle sue geografie.

Programma

- Geografia, paradigmi geografici, rappresentazione e territorio: un’introduzione.
- La mobilità: una chiave di lettura dei fenomeni territoriali.
- Il potere (dis)aggregante della mobilità: mobilità e produzione di diverse geografie.
- Il concetto di confine: “noi”, “loro” e la permeabilità dei confini (il caso dell’Unione Europea)
- Il concetto di scala e il potere normativo.
- Si viaggiare..., ma perché?: motivazioni, spazi e forme di mobilità.
- Identità e rappresentazione: mediare l’incontro con l’Altro?
- Mobilità, insediamento e identità: spazi etnici, spazi turistici e altri confini.
- Organizzazione del territorio e questioni di sostenibilità…alcune riflessioni.

A supporto dei contenuti teorici del corso, saranno portati all’attenzione degli studenti alcuni casi di studi esemplificativi e si prevede la partecipazione di testimoni privilegiati, compatibilmente con la disponibilità degli stessi, per una più approfondita contestualizzazione delle tematiche di studio.

Il corso intende promuovere un approccio partecipativo supportato da attività di studio e approfondimento individuali (e possibilmente di gruppo) che rientreranno a pieno titolo nell’ambito del percorso formativo e che, in casi specificati, saranno soggette a valutazione. Pertanto la frequenza alle lezioni, anche se non obbligatoria, è fortemente consigliata.


BIBLIOGRAFIA
PER GLI STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA IN LINGUE E CULTURE PER IL TURISMO E IL COMMERCIO INTERNAZIONALE (TUR):
- Morazzoni M., Turismo, territorio e cultura, DeAgostini, Novara, 2003.

PER GLI STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA LINGUE E LETTERATURE STRANIERE (LING):
- Dell’Agnese E., Squarcina E., Europa. Vecchi confini, nuove frontiere, Torino, Utet, 2005.


PER GLI STUDENTI DI ENTRAMBI I CORSI:
- Cresswell T., Constellations of mobility, in http://ies.sas.ac.uk/events/seminars/19C/Cresswell.pdf.
- Dell’Agnese E., Squarcina E., Europa. Vecchi confini, nuove frontiere, Torino, Utet, 2005: Introduzione e cap. 1.
- Hall C.M., Tourism and Mobility, in http://www.business.otago.ac.nz/tourism/research/ abstracts/Mobility_CAUTHE.pdf.
- Urry J., Mobilities, Cambrige, Polity Press, 2007: pp. 3-12 e 17-43.
- Vallega A. Le Grammatiche della Geografia, Bologna, Pàtron, 2004: Introduzione e cap. 1.

NB: eventuali altri materiali di studio saranno indicati nel corso delle lezioni.

CONOSCENZE PREGRESSE:
Ai fini dell’esame, si considerano acquisite nei percorsi formativi di grado inferiore conoscenze di base riguardanti i caratteri ambientali e antropici salienti dell’Europa, con particolare riguardo all’Unione Europea. Per chi ne avesse la necessità si indica qui di seguito un testo per l’acquisizione o il consolidamento di tali conoscenze.

- Gregoli F., Lanza C., Nano F., Il continente europeo. A1: Europa, Milano, Bompiani, 2006.


Nota: Il corso di Geografia del Turismo e Organizzazione del Territorio 2011/2012 si rivolge anche a un gruppo di studenti di Lingue e Letterature Straniere (LING) il cui piano di studi prevede una ‘Geografia dei Paesi Europei’. Gli obiettivi formativi e il programma del corso tengono pertanto conto anche delle esigenze curricolari di questo gruppo di studenti e si rapportano all’epigrafe del corso inserendo elementi di carattere più generale dal punto di vista metodologico e dei contenuti rispetto a quanto una geografia specificatamente turistica potrebbe richiedere.

Modalità d'esame

L’esame consiste in una prova scritta con domande aperte volta ad accertare l’acquisizione e la rielaborazione critica degli argomenti oggetto del corso. I risultati degli esami saranno pubblicati sulla pagina web della docente (nella sezione Avvisi) e in bacheca. Per gli studenti frequentanti è prevista una prova in itinere (in forma scritta) e, nei casi esplicitamente specificati durante le lezioni, la valutazione finale terrà conto delle eventuali attività di approfondimento individuali e/o di gruppo svolte in itinere.